amministrazione di sostegno cosa e come funziona

L'amministrazione di sostegno è l'istituto applicato per la tutela di soggetti con patologie che li rendono, in via temporanea o permanente, invalidi (parzialmente o totalmente) e non in grado di badare a se stessi e ai loro interessi, anche patrimoniali: anziani, disabili fisici o psichici, malati gravi e terminali, persone colpite da ictus, soggetti dediti al gioco d'azzardo, ecc.


E' pertanto un istituto che mira a proteggere le persone che, per infermità' o menomazioni fisiche o psichiche, anche parziali o temporanee, hanno una ridotta autonomia nella loro vita quotidiana. Alle persone disabili, quindi, sono riconosciute delle misure di protezione flessibili, adattabili nel tempo alle diverse e svariate esigenze, in modo tale da consentire una protezione del soggetto debole, senza mai giungere ad una totale esclusione della sua capacità' di agire.


L'amministratore di sostegno è nominato dal Giudice Tutelare ed è scelto preferibilmente nello stesso ambito familiare dell'assistito, secondo requisiti d'idoneità' ritenuti dallo stesso Giudice.
Può' essere nominato amministratore di sostegno: il coniuge (o la persona stabilmente convivente), il padre, la madre, il figlio, il fratello o la sorella ed i parenti entro il quarto grado. Sono questi, infatti, i soggetti legittimati ad agire, oppure (comunque) quelli che devono essere informati della pendenza del ricorso presentato dinanzi al Giudice. Qualora tale scelta non sia possibile, per motivi di opportunità o altro, l'amministratore è nominato tenuto conto dell'esclusivo interesse del beneficiario.

 

SPORTELLO_AMMINISTRATORE_DI_SOSTEGNO.pdf

Combustioneallaperto

Disposizioni inerenti la combustione in loco di residui vegetali agricoli e forestali

Le disposizioni regionali introdotte con LR n. 31 del 2008 modificata dalla LR 38 del 2015 prevedono la possibilità di effettuare la combustione in loco dei piccoli cumuli di tali residui (inferiori a 3 metri steri per ettaro) nei territori dei Comuni posti ad una quota superiore ai 300 m (200 m nel caso di Comunità montane). Nei Comuni posti a quota inferiore vigono le disposizioni stabilite dalla DGR n. 7095 che prevedono il divieto di combustione dal 1° ottobre al 31 marzo.

Solo per alcuni casi limitati, previa comunicazione al Comune e rispettando specifiche modalità e condizioni indicate dalla delibera, la combustione in loco di residui vegetali agricoli o forestali in piccoli cumuli può essere eseguita dal proprietario o dal possessore del terreno per soli due giorni all’interno del periodo dal 1° ottobre al 31 marzo nelle zone impervie o non raggiungibili dalla viabilità ordinaria, con modalità atte ad evitare impatti diretti di fumi ed emissioni sulle abitazioni circostanti.

 

Fonte

Direzione Generale Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile

DGR n. 7095 del 18/09/2017 - BURL n. 38 del 21/09/2017 - seo

Per informazioni dettagliate si rimanda alla lettura integrale del provvedimento citato

ELEZIONI POLITICHE 4 MARZO 2018 - OPZIONE PER L' ESERCIZIO DEL VOTO PER CORRISPONDENZA NELLA CIRCOSCRIZIONE ESTERO (elettori italiani temporaneamente all'estero - art. 4 bis, commi 1, 2 ....

CIRC._N._2-opzione_elettori_residenti_estero_e_temporanei.pdf

Mod_Opzione_Voto_Elezioni_Politiche_2018_vers_07Accessibile.pdf

 

th5VMDTEF4

 Bando Internazionalizzazione 2017

E’ aperto il Bando Internazionalizzazione 2017 per la concessione di contributi alle micro, piccole e medie imprese della Provincia di Pavia esercitanti l'attività di produzione e/o commercio di beni. 

La dotazione del Bando ammonta a 400 mila euro e si traduce in agevolazioni a fondo perduto.

Il Bando prevede contributi per:

  • la      partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero;
  • la      partecipazione a missioni commerciali all’estero organizzate da      Camere di Commercio Italiane all’estero e/o da ICE Agenzia;
  • la      partecipazione a corsi di formazione professionale aziendale su      temi legati all’internazionalizzazione;
  • l’acquisizione      di studi di settore, ricerche di mercato, schede paese finalizzati      a sostenere il processo di internazionalizzazione dell’impresa.

Tutte le informazioni su modalità, tempistiche di partecipazione e modulistica sono disponibili alla pagina del sito camerale www.pv.camcom.gov.it dedicata ai finanziamenti.

Per ulteriori dettagli: 

Camera di Commercio di Pavia

Ufficio Promozione Estera 

tel. 0382 393411-275-215

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per migliorare l'esperienza di navigazione, questo sito potrebbe utilizzare cookies sia propri che di terze parti. Per maggiori informazioni clicca qui.

Continuando la navigazione si accetta di utilizzare i cookies.